dating geneva - Russa lerbo sex


la poetessa greca Saffo, nativa dell'isola di Lesbo, celebrò il suo amore per le donne; da lei hanno avuto origine i termini lesbico e saffico. Nel tardo mondo romano le tribadi diventano "fricatrix" (dal latino fricare, sfregare).

Plutarco ricorda che a Sparta alcune donne trovavano l'amore tra le braccia di altre donne. Le hetairistriai, di cui parla Platone nel Simposio, diventano le tribadi (dal greco trìbein τρίβειν, "sfregare"). C.), nella cultura ebraica Rabbi Eleazar sancisce l'oscenità dei rapporti tra donne.

Alla fine del XVI secolo Pierre de Bourdeille, abate di Brântome, nel suo libro Les dames galantes traccia un colorito affresco dell'amore "donna con donna", secondo l'autore reso di moda in Francia dalla regina Caterina de' Medici.

Apertamente lesbica fu la regina Cristina di Svezia (1626-1689).

Riferimenti all'amore tra donne sono sparsi anche nell'opera del favolista latino Fedro, che ha tentato di spiegare il lesbismo attraverso un mito da lui stesso inventato: Prometeo, tornando a casa ubriaco da una festa, aveva erroneamente attribuito un genere maschile al alcuni corpi femminili: "cosicché ora godono di un piacere perverso".